Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie tecnici o assimilati solo per rendere più agevole la navigazione e garantire la fruizione dei servizi.
CHE COSA E’ LA CARTA DEI SERVIZI

LA STORIA
 
Negli anni 96-97 il Nucleo Valutazione ed Epidemiologia (Nuvep) del DSM della Azienda Sanitaria Locale (Asl) Roma “C” ha realizzato la prima “Indagine sulla soddisfazione degli utenti e dei loro familiari”.
I risultati ottenuti indicarono che il livello di soddisfazione diminuiva in relazione all’inadeguatezza degli ambienti fisici dei servizi, dell’informazione nelle sue molteplici dimensioni, della qualità e quantità di risposte ai bisogni sociali.
Sulla base di quella esperienza abbiamo predisposto la Carta dei Servizi del DSM con l’intento di stabilire con i cittadini un rapporto caratterizzato da trasparenza, visibilità e correttezza delle informazioni.
Nel 2010 è stata riproposta un'altra indagine sul grado di soddisfazione degli utenti.
I risultati di questa ulteriore indagine hanno mostrato un sostanziale mantenimento del grado di soddisfazione degli utenti e dei familiari, in relazione al servizio offerto dal DSM.
Le poche risposte che hanno evidenziato criticità si collocano nelle aree che hanno inteso esplorare la soddisfazione correlata ai temi del consenso informato e della percezione di adeguatezza delle informazioni ricevute sul trattamento.
Entrambi questi quesiti hanno a che fare con l’informare e l’essere informati, e pongono l'accento sul desiderio di partecipare, di sentirsi coinvolti (poter partecipare a processi di verifica del prodotto a loro destinato) degli utenti e dei loro familiari, nel servizio, e per esprimere una soddisfazione a riguardo.

GLI OBIETTIVI
La Carta dei Servizi risponde al principio normativo dettato dalla Direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri 27 gennaio 1994, "Principi sull'erogazione dei servizi pubblici" e dalla legge 328/2000 che all'art. 13 afferma che, per tutelare le posizioni degli utenti, ogni Ente erogatore di servizi deve adottare la Carta dei Servizi, dandone adeguata pubblicità.
La Carta dei servizi del DSM della ASL Roma C non vuole essere l’enunciazione di buoni propositi ma una descrizione il più possibile fedele di ciò che oggi il Dipartimento è, cosa fa, come lo fa, quando e dove.
Essa è la dichiarazione degli impegni che è possibile assumere oggi verso gli utenti e la costruzione di una base comune da cui partire per progettare impegni nuovi, aumentando la capacità dei cittadini di realizzare un controllo diretto sulla qualità dei servizi erogati.
La Carta contiene l'indicazione delle tipologie di servizi, degli standard di qualità e dei diritti dei cittadini.
 
A CHI SI RIVOLGE
La Carta dei Servizi del Dipartimento di Salute Mentale dell'ASL Roma C ,  si rivolge agli utenti e familiari del DSM, agli operatori del DSM, ai Distretti Sanitari e ai medici di famiglia della ASL, ai servizi sociali dei Municipi VI, IX, XI e XII, ai cittadini che desiderano essere consapevolmente informati.